impresa e apprendistato
 
News

Il giovane apprendista: come valutare il suo operato?

Il documento di valutazione delle competenze

16/05/2013

di Dania Solitario

La valutazione delle conoscenze, delle capacità e dei comportamenti degli apprendisti è uno strumento fondamentale per aumentare la motivazione e per individuare eventuali aree di miglioramento.

Spesso le prestazioni insoddisfacenti dei lavoratori non sono legate esclusivamente alle scarse competenze, bensì alla poca chiarezza su obiettivi da raggiungere durante l'attività lavorativa.

In quest’ottica assume un ruolo fondamentale il tutor aziendale, il quale ha il compito di osservare, guidare, stimolare e monitorare l'attività degli apprendisti.

Il documento di valutazione delle competenze permette infatti di monitorare l'operato del lavoratore e viene utilizzato per valutare il raggiungimento degli obiettivi formativi dell'apprendista in termini di “sapere” (conoscenze) , “saper fare” (capacità, abilità, esperienza) e “saper essere” (comportamenti, atteggiamenti, abilità sociali).

 

Come si utilizza il documento di valutazione delle competenze?

 

Il tutor aziendale, persona designata per l’affiancamento dell’apprendista, coadiuvato da formatori esperti, dovrà provvedere alla valutazione delle competenze descritte nel piano formativo individuale verificando l'acquisizione delle stesse e il raggiungimento dei risultati di formazione.

Nel documento di valutazione delle competenze è opportuno fare anche una valutazione di tipo “motivazionale” indicando il grado di coinvolgimento al lavoro, l’affidabilità, la capacità di pianificazione e gestione delle complessità, il problem solving  e la stabilità emotiva dell’apprendista.

La valutazione, che dovrà essere svolta periodicamente, a intervalli pianificati, viene effettuata anche in caso di cessazione anticipata del rapporto di lavoro.

L'apprendista, protagonista principale dell'intera attività di valutazione, dovrà essere debitamente informato riguardo al processo di valutazione (in relazione a tempi, modalità di valutazione, comportamenti valutati) al fine di ridurre eventuali stati d'ansia o di alterare stati di equilibrio raggiunti sino a quel momento.

Sarà inoltre opportuno spiegare al giovane lavoratore l'importanza della valutazione che ha come obiettivo principale la riduzione di eventuali gap tra aspettative e risultati raggiunti, provvedendo in caso di necessità, a pianificare ulteriori momenti di formazione.

Fondamentale quindi sarà l’indicazione delle aree di miglioramento e degli interventi previsti per supportare l’apprendista relativamente alle difficoltà riscontrate.

La valutazione delle prestazioni aziendali, contrariamente a qualsiasi aspettativa, è il modo migliore per dare valore alle persone. L'apprendista, in particolar modo, considerata la sua giovane età, deve divenire responsabile della propria crescita personale perdendo il ruolo di semplice spettatore della vita aziendale!

 

Per maggiori informazioni sui nostri servizi clicca qui: http://www.form-app.it/Formazione.html

« tutte le news