impresa e apprendistato
 
News

L'articolo 32 della legge n. 98/2013, di conversione del Decreto Legge n. 69/2013, prevede alcune semplificazioni in materia di sicurezza sul lavoro.

Ecco le novità per quanto riguarda i settori di attività a basso rischio di infortuni e malattie professionali

05/09/2013

Viene previsto che, con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, da adottare, sulla base delle indicazioni della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro (a cui partecipano i rappresentanti delle organizzazione sindacali, datoriali e delle Regioni), dovranno essere individuati i settori di attività a basso rischio di infortuni e malattie professionali, sulla base di criteri e parametri oggettivi, desunti dagli indici infortunistici e delle malattie professionali di settore dell’INAIL.

Tale decreto sarà adottato previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano.

I datori di lavoro delle aziende che operano nei settori di attività a basso rischio di infortuni e malattie professionali potranno effettuare la valutazione del rischio, utilizzando un modello semplificato che sarà allegato al decreto.

Resta ferma la facoltà delle aziende di utilizzare le procedure standardizzate già previste.

 

« tutte le news