impresa e apprendistato
 
News

I vantaggi economici dell’apprendistato

Sul sito del governo sono presenti tutte le informazioni necessarie per l’assunzione di un apprendista, e i relativi sgravi. Ne riportiamo alcuni.

23/09/2013

Possono assumere un apprendista tutte le imprese private appartenenti a tutti i settori di attività. Il numero di apprendisti che un’impresa può assumere varia a seconda del tipo di impresa e del numero di dipendenti.

-   imprese che non lavorano in serie: da 9 a 13 apprendisti;
-   imprese che lavorano in serie: da 5 a 8 apprendisti;
-   lavorazioni artistiche, tradizionali e dell’abbigliamento su misura: da 16 a 24 apprendisti;
-   imprese di costruzioni edili: da 5 a 9 apprendisti.

Per l’artigianato occorre fare riferimento alla relativa legge quadro.

Assumere un apprendista  dà diritto a numerosi sgravi retributivi: sia la retribuzione sia i contributi sono ridotti. La legge prevede di  inquadrare l’apprendista fino a due livelli di meno rispetto alla qualifica da conseguire, o di riconoscere una remunerazione ridotta in percentuale rispetto al salario di un lavoratore qualificato in riferimento al contratto collettivo applicato.

Per quanto riguarda gli oneri previdenziali, la legge prevede:

-          Uno sgravio contributivo pari al 100% per le aziende fino a 9 dipendenti per i primi tre anni; per il quarto anno è prevista una contribuzione pari al 10% della remunerazione imponibile ai fini previdenziali. Lo sgravio è valido per le assunzioni effettuate dal 1° gennaio 2012 fino al 31 dicembre 2016.

-          Per le aziende oltre i nove dipendenti la contribuzione è ridotta al 10% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali per tutta la durata del contratto di apprendistato.

 

 

« tutte le news