impresa e apprendistato
 
News

La formazione in azienda degli studenti funziona. E bisogna utilizzarla più spesso.

Sul Corriere della Sera è stato pubblicato un articolo che inquadra molto bene la situazione italiana per quanto riguarda la formazione degli studenti.

21/11/2013

Secondo i dati forniti da Indire per il ministero dell’Istruzione, gli studenti coinvolti in percorsi  di alternanza scuola-lavoro nell’ultimo anno sono stati quasi 228 mila. Un aumento rispetto ai 189 mila dell’anno 2011/2012, ma la strada da fare è ancora lunga.

Visti in percentuale, questi dati  rendono l’idea della situazione:  gli studenti che accedono a percorsi di formazione sono  l’8,7 %, meno di uno su dieci, di tutti gli iscritti alle superiori.

Nello specifico:  poco più di due liceali su cento,  il 6,3% degli studenti degli istituti tecnici, il 28,3% degli studenti delle scuole professionali.

«I dati indicano che si sta andando nella giusta direzione, proprio perché l’alternanza è utile» sono le parole di Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Giovanni Agnelli, riportate dal Corriere. Ma aggiunge anche che «non è ancora abbastanza». Soprattutto in un sistema scolastico, come quello italiano, «dove l’astrazione viene preferita alla praticità». E i problemi, nel momento dell’ingresso nel mondo del lavoro, si fanno sentire. «Al netto delle difficoltà congiunturali — racconta Gavosto — molti direttori del personale si lamentano di avere a che fare con ragazzi disorientati, che non hanno idea di come si sta in un’azienda o di come ci si comporta con capi o colleghi».

« tutte le news