impresa e apprendistato
 
News

L’apprendimento non formale e informale.

Una risorsa per le aziende.

27/12/2013

“I sistemi di istruzione e di qualificazione devono dare un’opportunità a tutti i cittadini di rendere visibile quanto appreso in contesto extrascolastico e di utilizzarlo per la carriera o l’ulteriore apprendimento”.  E’ quanto si legge nella proposta di raccomandazione del Consiglio europeo sulla convalida dell’apprendimento nono formale e informale, datata 2012. 

L’Europa evidenzia come al giorno d’oggi le opportunità di apprendimento siano senza limiti, e non di esclusiva competenza delle strutture classiche: scuola, università, ecc.. Una parte importante dell’apprendimento avviene nei luoghi di lavoro, nella società civile, nelle attività di volontariato o con modalità di formazione a distanza, grazie alle nuove  tecnologie.  Per questo trovare nuove modalità per la certificazione di queste competenze acquisite in modo non formale e informale diventa importante per sostenere una crescita economica e occupazionale “intelligente, sostenibile e inclusiva”: introdurre sistemi di convalida ha l’effetto di consentire una maggiore trasparenza sulle competenze e la domanda di lavoro, e agevola la mobilità lavorativa e geografica “creando le condizioni per una migliore corrispondenza delle competenze”.   La convalida delle competenze può essere di particolare aiuto per i giovani al primo impiego, che possono dimostrare le proprie capacità acquisite in contesti diversi.

« tutte le news