impresa e apprendistato
 
News

Le tre caratteristiche che un dipendente deve avere.

Sai scegliere bene quando si tratta di assumere?

28/01/2014

“L'uomo deve scegliere. In questo sta la sua forza: il potere delle sue decisioni”. 
Paulo Coelho

Sai scegliere bene quando si tratta di assumere? 
Nessuno meglio di te può conoscere le caratteristiche che un candidato deve avere per farsi assumere nella tua azienda. Tu conosci alla perfezione le dinamiche del lavoro, l’ambiente, le competenze tecniche richieste per svolgere al meglio le varie mansioni. 
Tuttavia, affidarsi a dei professionisti della selezione, come la Risorsa Umana, può rivelarsi utile perché un occhio specializzato può scoprire se una persona possiede le così dette “soft skills”, ovvero le competenze trasversali ormai ritenute universalmente essenziali sul lavoro.
Abbiamo individuato tre caratteristiche che un dipendente moderno non può non avere.
1) Mentalità flessibile: molti lavoratori sono diventati estremamente abitudinari nello svolgere le loro mansioni. Magari hanno usato gli stessi strumenti e gli stessi programmi per anni, ma questo non significa che non possano imparare in fretta nuovi metodi e strumenti di lavoro. Una buona predisposizione a cambiare metodo è già un ottimo punto di partenza, perché denota un animo aperto e intraprendente.

2) Autonomia: ora che, grazie alle nuove tecnologie, si può lavorare in qualsiasi luogo e a qualsiasi orario, avere la capacità di organizzare il proprio lavoro in autonomia è fondamentale. Molti manager hanno abbandonato il vecchio ruolo di “guardie” che controllano ogni movimento del personale, preferendo lasciare ampi spazi di indipendenza al proprio staff. Si tratta di una grossa responsabilità perché c’è in gioco la fiducia che viene posta nei confronti del dipendente: rispettare le scadenze, quindi, anche se la politica aziendale è piuttosto permissiva, diventa ancora più importante.

3) Generosità e condivisione: non ci stancheremo mai di dirlo, un’azienda funziona quando è unita. Spesso succede che, quando un dipendente ha un’idea, o una soluzione ad un problema, preferisce tenerla per sé e parlarne direttamente con il suo superiore per ottenere una gratificazione personale. Si tratta di un atteggiamento umano, quindi comprensibile, ma del tutto inadeguato in un contesto, quello lavorativo, che deve beneficiare di una buona cooperazione fra colleghi. Condividere informazioni, consigli, documenti va a vantaggio dell’intera squadra, con conseguenze positive sia sul clima aziendale, sia sul conseguimento degli obiettivi.

« tutte le news