impresa e apprendistato
 
News

Apprendistato e contratto a tutele crescenti a confronto

10/09/2015

“E' l'apprendistato il contratto di lavoro meno oneroso per un'azienda con oltre 15 dipendenti che intenda assumere un operaio metalmeccanico di terzo livello di 25 anni, ipotizzando una retribuzione lorda di 1.589 euro. Nel confronto - considerando esclusivamente l'aspetto economico - si conferma l'apprendistato professionalizzante che, con 1.449 euro lordi di costo finale (comprensivi di 151 euro di contributi Inps a carico dell'azienda), rappresenta circa il 9% in meno al mese rispetto al contratto a tutele crescenti (anche se l'apprendistato non accede all'esonero contributivo previsto dalla legge di Stabilità). Inoltre, la possibilità offerta all'azienda di sotto-inquadrare l'apprendista con paga del primo livello (rispetto al terzo livello previsto per gli altri contratti) può abbassare la retribuzione mensile lorda a 1.300 euro, a cui si sommano contributi Inps calcolati in base all'aliquota agevolata dell'11,61%, ipotizzando che il datore di lavoro abbia alle proprie dipendenze più di nove persone (nelle aziende più piccole i contributi sono addirittura azzerati). Per gli apprendisti, però, il datore deve mettere in conto un percorso formativo, che giustifica i consistenti sgravi economici di cui beneficia il contratto.” (FONTE: IL SOLE 24 ORE)

Quali sono in sintesi i vantaggi dell’apprendistato rispetto al contratto a tutele crescenti?

· Lo sgravio contributivo è applicato fino a 4 anni/6 anni (se si sceglie di qualificare l’apprendista al termine del periodo formativo c’è un ulteriore anno di sgravio contributivo);
· L’apprendista ha una retribuzione non piena (due livelli in meno);
· L’apprendista non rientra nella base di calcolo per l’applicazione di particolari istituti;
· L’apprendista non rientra nella Legge 68 (per disabili) per conteggio lavoratori;
· Con l’apprendistato si possono detrarre le spese per la formazione che non rientrano nel calcolo dell’irap;
· Con l’apprendistato c’è uno “sgravio contributivo” e non un “esonero contributivo” come previsto dal Jobs Act

Falsi miti sull’apprendistato:
· L’apprendista non può lavorare a cottimo ma può avere premi aziendali;
· L’apprendista può fare straordinari come un lavoratore standard;
· L’apprendista può lavorare di notte;
· Il tutor non deve stare a fianco dell’apprendista 24 ore su 24 (secondo un interpello fatto alla Dpl il macchinista di trenitalia può guidare il treno da solo).
· La formazione può essere fatta all’interno dell’azienda avvalendosi di un Ente accreditato.

FORM.APP è in grado di seguire in modo capillare i propri clienti nella maggior parte delle regioni d'Italia attraverso la collaborazione in loco di personale qualificato.

DOVE SIAMO:

· CARPI
Sede Operativa ed Amministrativa Via Carlo Marx, 95 - Carpi (MO) Tel. 059/642217 Fax 059/690921
· FORMIGINE
Sede Operativa Piazza Unità d’Italia, 16 - Formigine (MO) Tel. 059/5750524 Fax 059/574681
· PRATO
Sede Operativa Via Grazia Deledda, 50 - Prato Tel. 0574/693540 Fax 0574/694181
· BERGAMO
Sede Operativa Via Artigiani, 4 - Brusaporto (BG) Tel. 035/4327100 Fax 035/200535
· BRESCIA
Sede Operativa Via Amalfi, 9 - Brescia (BS) Tel. 030/3544346 Fax 030/3544411
· PESARO
Sede Operativa Via Degli Abeti, 300 - Pesaro Tel. 0721/402090 Fax 0721/22842

« tutte le news