impresa e apprendistato
 
News

Aggiornamenti normativi: assunzioni a tempo indeterminato ed apprendistato a confronto

10/11/2015

Per il 2016 sarà prorogato l’esonero contributivo in caso di assunzioni a tempo indeterminato.

Verifichiamo alcune caratteristiche del nuovo esonero contributivo:

  • ·         La durata della decontribuzione sarà massimo di 24 mesi;
  • ·         Ci sarà un esonero dal versamento del 40% dei complessivi contributi previdenziali a carico del datore di lavoro (escluso premi e contributi Inail),
  • ·         Il limite massimo dell’esonero è: 3.250 euro annui (massimo 6.500 euro nel biennio).

Nel contratto di apprendistato le condizioni dello sgravio rimangono invariate:

  •       Lo sgravio contributivo è applicato fino a 4 anni/6 anni (se si sceglie di qualificare l’apprendista al termine del periodo formativo c’è un ulteriore anno di sgravio contributivo);
  •       L’apprendista ha una retribuzione non piena (due livelli in meno);
  •       L’apprendista non rientra nella base di calcolo per l’applicazione di particolari istituti;
  •       L’apprendista non rientra nella Legge 68 (per disabili) per conteggio lavoratori;
  •       Con l’apprendistato si possono detrarre le spese per la formazione che non rientrano nel calcolo dell’irap;
  •       Con l’apprendistato c’è uno “sgravio contributivo” e non un “esonero contributivo” come previsto dal Jobs Act

Per informazioni sulla formazione degli apprendisti non esitate a contattare lo Staff di Form-App!

« tutte le news