impresa e apprendistato
 
News

Per informatici e progettisti il lavoro c'è
: Non si trovano le risorse più competenti.

Giovani e occupazione: in tutta Italia mancano figure specializzate

24/01/2013

Carlo Barbagallo, presidente campano dei giovani imprenditori di Confindustria, a proposito della situazione dell’occupazione in Italia, parla di «momento di grande incertezza», sostenendo che «L’apprendistato è un fatto positivo, occorre anche incentivare la nascita di nuove imprese per far partire l’occupazione». 

La conferma di questa esigenza arriva anche da un singolare censimento dell’Unioncamere, che ha individuato ben 65mila figure lavorative «introvabili». Spiega Claudio Gagliardi, segretario generale di Unioncamere: «Siamo in presenza di un paradosso. Da un lato i dati allarmanti sulla disoccupazione giovanile, dall’altro le imprese hanno difficoltà a trovare alcuni profili professionali».

L’analisi di Unioncamere elenca le figure professionali rare: laureati in informatica in grado di fare i progettisti e gli analisti programmatori, ma anche progettisti meccanici. In informatica, le figure specializzate irreperibili sono il 30 per cento della richiesta. È in Lombardia che non si trovano il 90 per cento di progettisti informatici. In Piemonte, invece, c’è penuria di venditori tecnici (78 per cento di richieste inevase). «Introvabili» anche i progettisti meccanici in Emilia Romagna.

Sembra quasi una bestemmia l’assenza al 99 per cento di termoidraulici e installatori di impianti idraulici nel Lazio. Ancora più singolare quello che si registra in Trentino Alto Adige, dove il 62 per cento di camerieri non stagionali occorrenti nelle strutture turistiche sono difficili da trovare. (Si legge nello studio dell’Unioncamere: «La cifra di 65mila introvabili rappresenta il 16,1 per cento delle assunzioni non stagionali previste dalle imprese. L’anno prima si arrivava addirittura al 20 per cento». )

« tutte le news