impresa e apprendistato
 
News

IN VIGORE A TUTTI GLI EFFETTI

20/07/2012

Dal 26/04/2012 è entrata in vigore, come unica disciplina applicabile il D. Lgs 167 del 2011 che ha riformato la disciplina dell'apprendistato in sette articoli principali.

I punti fondamentali possono riassumersi nel seguente modo:

v  L’apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all’occupazione dei giovani.

v  4 tipi di apprendistato: apprendistato per la qualifica e il diploma professionale (per gli under 25); apprendistato di mestiere (per i giovani dai 18 ai 29 anni); apprendistato di alta formazione; apprendistato per la riqualificazione di lavoratori in mobilità.

v  Uniformità a livello nazionale della disciplina dell’apprendistato tramite le indicazioni della contrattazione collettiva.

v  Piano formativo individuale da redigere entro 30 giorni dalla data di assunzione dell’apprendista.

v  Divieto di retribuzione a cottimo.

v  Possibilità di inquadrare il lavoratore fino a due livelli inferiori rispetto alla categoria finale seguendo le indicazioni del CCNL di riferimento.

v  Presenza di un tutor o referente aziendale

v  Possibilità di finanziare i percorsi formativi aziendali con i fondi paritetici interprofessionali

v  Riconoscimento della formazione effettuata per la qualifica professionale ai fini contrattuali e nel proseguimento di studi o percorsi d’istruzione per adulti.

v  Registrazione della formazione sul libretto formativo

v  Prolungamento dell’apprendistato in caso di sospensione continuativa superiore a 30 giorni (in caso di malattia, infortunio ecc.).

v  Divieto per le parti di recedere dal contratto durante il periodo di formazione se non per giusta causa o giustificato motivo.

v  Possibilità di recedere dal contratto con preavviso decorrente dal termine del periodo di formazione.

v  Durata massima del contratto di mestiere: 3 anni ; 5 anni per l’artigianato.

v  Formazione interna aziendale con possibilità d’integrazione  da parte dell’offerta formativa pubblica per un monte ore non superiore a 120 nella durata del triennio.

v  In caso di inadempimento nella erogazione della formazione, il datore è obbligato a versare la differenza tra la contribuzione versata e quella dovuta maggiorata del 100 per cento.

v  Se nel corso di un accesso ispettivo si riscontri un inadempimento nella erogazione della formazione prevista nel piano individuale, gli addetti alla vigilanza del Ministero del Lavoro adotteranno un provvedimento di disposizione ex art. 14 del D. L. vo n. 124/2004.

v  Non computabilità degli apprendisti nel numero totale dei dipendenti.

v  Possibilità di assumere con apprendistato i lavoratori in mobilità senza limiti d’età.

« tutte le news