impresa e apprendistato
 
News

La formazione come strumento di cambiamento

Formazione aziendale: le nuove sfide

25/03/2013

La formazione dei dipendenti è uno strumento fondamentale per garantire il successo di un’impresa. Le conoscenze, le capacità e le attitudini della forza lavoro costituiscono infatti un fattore fondamentale per l’innovazione, la produttività e la competitività di ogni azienda.

I progetti formativi sono infatti sempre più utilizzati come strumento di prevenzione e di miglioramento della qualità del lavoro; e in aziende in cui si rileva un basso livello di coinvolgimento dei dipendenti ed una scarsa partecipazione alle attività lavorative si ricorre sempre maggiormente all’attuazione di interventi organizzativi di tipo formativo. L’impegno per la crescita della persona attraverso sistemi di formazione e valutazione è divenuto parte integrante di ogni realtà aziendale di successo!

In particolar modo, l’erogazione di competenze di tipo trasversale, su cui viene posta grande importanza negli ultimi anni, si rende necessaria per migliorare l’efficienza e la dinamicità dei lavoratori e per incrementare la motivazione (quest’ultima è considerata un fattore chiave per la costruzione e la crescita di un’organizzazione). 

Quando parliamo di competenze trasversali a cosa ci riferiamo?

Le competenze trasversali sono competenze non connesse ad un’attività specifica che avendo carattere di “trasferibilità” entrano in gioco in più situazioni. Sono inoltre “incrementabili” in quanto sviluppabili a diversi livelli, e “trasversali” perché non definite a partire da una specifica attività.

L’importanza di queste competenze nasce dalla consapevolezza che il successo di un lavoratore non dipenda soltanto dalle conoscenze e competenze professionali che ha, ma anche dalla maturazione di una cultura del lavoro e di capacità quali: adattabilità, creatività, innovazione, problem solving, comunicazione, negoziazione, team working, etc. Un lavoratore privo di queste caratteristiche non sarà competitivo e difficilmente riuscirà a “tollerare” cambiamenti esterni o interni all’azienda.

Il sapere richiesto ai lavoratori non è più identificabile nella mera detenzione di soluzioni operative standard, ma si richiede una vera e propria guida dell’individuo alla riscoperta di sé stesso e di una conoscenza dinamica e continua.

D’altro canto, è necessario osservare che ritmi di lavoro sempre crescenti, esigenza di professionalità nuove e flessibili rendono fondamentale la massimizzazione dell’efficacia formativa e particolare rilevanza deve essere data all'analisi dei bisogni formativi e alla progettazione dell’intervento.

Le competenze di tipo trasversali diventano ancora più centrali quando ci rivolgiamo a persone giovani, spesso non diplomate, che si trovano catapultate all’interno del mercato del lavoro (es.: ragazzi assunti con contratto di apprendistato). Tali soggetti si dimostrano fragili, incerti riguardo alle proprie scelte sul futuro: hanno paura di sbagliare, non sanno adattarsi alle situazioni, hanno timore di infrangere le loro aspettative. In relazione a queste ed altre necessità aziendali si inizia a comprendere che un’alleanza cooperativa tra sistemi formativi e imprese può dare una marcia in più alle aziende al fine di “supportare” i propri dipendenti e migliorare il livello di produttività.

L’apprendimento “permanente” e “continuo” sul lavoro risulta quindi uno dei provvedimenti necessari per dare una svolta in termini di crescita qualitativa e quantitativa all’economia del nostro paese!

Generazioni istruite e preparate rappresentano un valore aggiunto per il nostro Paese su cui è senz’altro opportuno intervenire in maniera programmata e costante!

 

Per maggiori informazioni sull'attività formativa di Form-App: http://www.form-app.it/Formazione.html

 

« tutte le news