impresa e apprendistato
 
News

Quali sono gli obblighi del datore di lavoro che decide di assumere un apprendista?

L’importanza del rispetto degli obblighi formativi

03/04/2013

Il datore di lavoro che decide di assumere un giovane lavoratore tramite un contratto di apprendistato, deve essere al corrente di tutti gli obblighi che dovrà rispettare per non incappare in sanzioni. Nello specifico, il datore deve rispettare tutte le obbligazioni tipiche di qualsiasi rapporto di lavoro subordinato: l’obbligo di corrispondere la retribuzione e provvedere agli obblighi previdenziali e assistenziali previsti dalla legge e dal contratto collettivo, l’obbligo di garantire la sicurezza sul lavoro, l’obbligo di tutelare la privacy del lavoratore, l’obbligo di informare il lavoratore… Ma per poter beneficiare delle agevolazioni contributive previste per il rapporto di apprendistato il datore deve garantire all’apprendista la formazione prevista nel piano formativo ovvero la formazione necessaria per raggiungere la qualifica stabilita in contratto, tutto ciò in presenza di un tutor aziendale.

A partire dal 26 aprile dello scorso anno i datori di lavoro che desiderano attivare un contratto di apprendistato devono rispettare quanto previsto dal Testo Unico dell’Apprendistato (d.lgs. n. 167/2011) e dalle indicazioni contenute nel Contratto Collettivo Nazionale di riferimento cui il datore ha aderito o in assenza di un contratto collettivo proprio del settore di appartenenza oppure nel caso in cui il datore di lavoro applichi un contratto collettivo che non abbia disciplinato l’apprendistato, il datore di lavoro stesso, può far riferimento ad una regolamentazione contrattuale di settore affine per individuare sia i profili normativi che economici.

In particolare il datore, dopo aver individuato la tipologia di apprendistato che desidera attivare (per la qualifica ed il diploma professionale, professionalizzante o alta formazione e ricerca), deve comunicare almeno un giorno prima della data di assunzione tutti i dati utili dell’impresa, del lavoratore  e della tipologia di impiego, al Centro per l’Impiego. È necessario redigere il contratto di lavoro in forma scritta e sottoscrivere il Piano Formativo Individuale entro 30 giorni dalla data di assunzione ed individuare il tutor aziendale che dovrà affiancare l’apprendista durante tutto il percorso formativo. Il datore deve necessariamente assicurare che l’apprendista riceva una formazione adeguata ed utile ad acquisire le conoscenze fondamentali per la propria qualifica.

In caso di mancata erogazione della formazione, le sanzioni sono piuttosto onerose: versamento della differenza tra la contribuzione versata e quella dovuta con riferimento al livello di inquadramento contrattuale superiore che sarebbe stato raggiunto dal lavoratore al termine del periodo di apprendistato, maggiorata del 100%. Inoltre la mancanza totale di formazione può determinare la conversione del contratto in rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

 

Per ottenere un aiuto concreto durante tutto il periodo di formazione dell’apprendista contattare le nostre sedi: http://www.form-app.it/sedi.html

« tutte le news