• 30 Marzo 2016
  • |
  • Domande&Risposte

Quali sono le opportunità per l'impresa offerte dal contratto d'apprendistato?

Per l'impresa il contratto di apprendistato costituisce uno strumento di cui può disporre per reperire e formare le professionalità di cui ha bisogno. Le aziende che assumono con questa tipologia di rapporto di lavoro usufruiscono di agevolazioni relative agli oneri contributivi per l'intera durata del contratto di apprendistato fermo restando l'obbligo di erogare all'apprendista la formazione prevista senza alcuna trattenuta sulla retribuzione. A seguito dell'assunzione a tempo indeterminato dell'apprendista l'azienda beneficia degli sgravi contributivi anche per l'anno successivo.

Per farsi un'idea dei benefici contributivi a vantaggio dell'azienda, occorre fare riferimento al messaggio Inps 20123/2012 e alla circolare 128/2012, che hanno definito le modalità e le condizioni per ottenere gli sgravi dei contributi a carico dei datori di lavoro con fino a nove dipendenti, previsti per i contratti di apprendistato stipulati dal 1° gennaio 2012 al 31 dicembre 2016 (relativi ai primi tre anni di contratto).

L'Inps ha informato che lo sgravio si attiene alla disciplina comunitaria degli aiuti "de minimis" (regolamento Ce 1998/2006). I datori devono pertanto presentare  per via telematica sul portale dell'Inps alla voce "Contatti" del Cassetto previdenziale aziende, una dichiarazione che attesti che, nell'anno di stipula del contratto di apprendistato e nei due anni di esercizio  precedenti non sono stati percepiti aiuti che vadano oltre i limiti complessivi "de minimis".